martedì, luglio 7

CDS Lodi: la sagra della salsiccia 2

Nel passato weekend, in quel di Busto Arsizio (donne) e Lodi (uomini) si è consumata la seconda e conclusiva fase regionale dei CDS Assoluti 2009. Ma veniamo al racconto delle due giornate, ricche di spunti interessanti (a sto giro solo atletici, purtroppo, niente contorno di patata alla nostra pietanza...):


4 Luglio, prima giornata:
La prima gara della giornata sono stati come al solito i 110hs, che hanno visto alla partenza ben due tonici. Come fossero in allenamento, Cello e si sono trovati fianco a fianco nella seconda serie sfoggiando entrambi il bellissimo body nuovo, con relativo super paccone. Nonostante il fastidioso vento contrario (- 1.7 m/s), sia l'ermellino fulvo (15"69) che il biondo (15"26) si sono molto avvicinati ai propri personali, a dimostrazione di uno stato di forma in crescendo (soprattutto per Lò), che sicuramente ne farà vedere delle belle nel prosieguo di stagione.
Dopo gli ostacoli, è stata la volta di Fabione nei 100m: per lui vento contro (solo - 0,8 m/s dice l'anemometro, ma la sensazione è che sia più forte) e corsa un po' rigida, per un tempo finale di 11"37 che ovviamente non lo soddisfa, ma che tutto sommato non è malaccio per come è maturato. Direi che c'è ampio margine per andar forte a breve.
Successivamente sono sceso in campo (o meglio, sono entrato in gabbia) io, per il lancio del disco. La misura finale di 45,48m non mi soddisfa appieno, nonostante sia stata condita con una buona media (tutti sui 44.50m circa): un paio di errori tecnici che non riesco a eliminare mi stanno facendo perdere parecchio, e la cosa mi fa abbastanza incazzare. La nota positiva rispetto al passato è che sto lanciando costantemente di più in gara che in allenamento, cosa che facevo fatica a fare. Appena terrò giù il sinistro, non ce ne sarà per nessuno!!

video

5 Luglio, seconda giornata:
In questa giornata in cui il sottoscritto facocero si è dedicato alle foto, doppio impegno per l'Angelo Taylor di Cassina de' Pecchi: grazie a una forma (soprattutto mentale!) come detto in miglioramento, parte bello convinto per i suoi 400hs, ma senza commettere l'errore dell'ultima volta (ovvero partire a stecca e collassare gli ultimi 100). I passaggi di riferimento sono buoni sino all'8° ostacolo, dove invece è in agguato la cazzata: forte di una insperata freschezza, spinge troppo al grido di "dai che lo facciamo" (il minimo, n.d.a.) e rischia di stamparsi sul 9°. Ne consegue un passaggio scomposto e un atterraggio a caso che lo costringono a ripartire quasi da fermo, pregiudicando un crono che sarebbe potuto essere migliore (53"90, in ogni caso SB e 4° gara di fila in miglioramento). Solo due parole per il prossimo appuntamento sul giro con barriere: VAI, CA##O!
Passando al mezzo giro di pista, l'AcceleraTori ha corso un discreto 200m (22"80), nonostante un finale un po' collassato, non all'altezza della buona curva. Il fatto di essere stato messo in una serie un po' scarsa ha però contribuito a farlo sembrare fortissimo, soprattutto quando è uscito perentorio dalla curva, davanti a tutti.
Per ultima, come ai bei tempi, è toccata la 4x400m. La Pro Sesto ha messo in campo addirittura due staffette, una giovanile e una di atleti più anziani (a parte Romanelli, che però è vecchio dentro... ;-p). Questa vedeva al suo interno oltre a Rolenzino, anche il Babbo, in grande spolvero dopo la fine della stagione rugbystica. Sulla carta la formazione dei giovani sembrava facilmente vittoriosa, ma i vecchi leoni hanno venduto cara la pelle e grazie a dei cambi molto più lanciati e qualche altro "trucchetto" sono riusciti quasi a beffare i giovinetti, che li hanno superati solo sui quadri: 3'22"45 contro 3'22"63 il risultato finale. Certo, i tempi in cui si viaggiava sui 3'16" - 3'17" sembrano lontani, ma lavorando sodo si può cercare di riavvicinarli.
Grazie a Lorenzo Little (o più semplicemente Little), al secolo Lorenzo Villa: foto, filmati e musica bella maranza si sono uniti nel video che potete vedere in fondo.

Complessivamente sia il Tonic Team che il resto della squadra è andato bene, quasi tutti hanno migliorato le prestazioni della prima fase. E ora si aspettano i conteggi delle altre regioni per sapere dove faremo la finale... incrociamo le dita!
Un caro saluto a tutti i Tonic Friends.

Arnaldo